Sei qui: Home

Restauri

Atrio e Prospetto

I lavori di restauro, iniziati nel mese di marzo dell'anno 2000, presero avvio dal recupero delle decorazioni in stucco policromo dell'atrio : le decorazioni plastiche, attribuite al progetto di Giovanni Battista Castello il Bergamasco, risultavano interamente ricoperte da massiccie stratificazioni di colorazioni a base di calce e tempere, peraltro ossidate,

Leggi tutto: Atrio e Prospetto

Ninfeo

Il ninfeo, essendo posto in un luogo aperto, oltre a convivere costantemente con la presenza dell'acqua, é inoltre soggetto al progressivo degrado indotto dagli agenti atmosferici; ma è proprio l'acqua che lo rende soggetto a una serie di fenomeni di alterazione propri di queste condizioni ambientali.

Leggi tutto: Ninfeo

Prospetti interni

Osservando la superficie in fase di rilevamento dello stato di degrado, fu notata immediatamente la disomogeneità dell'intonaco, molto depauperato dagli agenti atmosferici, tranne che nelle zone protette da gronde e marcapiani, laddove era ancora presente e ben conservata la decorazione dipinta; il supporto, come poi confermato dalle indagini scientifiche, era coperto da una malta di calce e sabbia (con inclusioni di diversa natura e granulometria), e da uno strato più sottile di cocciopesto.

Leggi tutto: Prospetti interni

 I restauri: tecnica e interventi. (Stella Boj, Giacomo Causa)

Questo sito utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l’esperienza degli utenti Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Per saperne di più leggi la pagina del sito dedicata alla privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito web.

EU Cookie Directive Module Information