Sei qui: HomeNotizie

Rassegna stampa

Via Garibaldi torna a risplendere (14.01.2004)

Il tesoro ritrovato. L'intervento è stato coordinato dalla Sopraintendenza.
A giorni saranno rimosse le impalcature.
Ultimati i restauri alle facciate delle dimore storiche.
Palazzo Lomellino oggi esibisce più che mai gli stucchi di pregio scultoreo con ghirlande, trionfi di armi, e busti maschili, su disegno di quel Marcello Sparzo di Urbino che alla fine del 1500 rende assolutamente particolare questo edificio.

Prodi bei caruggi, Genova per lui (11.01.2004)

La visita 'privata' del presidente della commissione europea: sotto un sole primaverile sboccia un feeling ricambiato.
'Questa città è viva e magnifica, un museo all'aperto'.
…la meta è il cinquecentesco palazzo Lomellino, spiega Bonora, poi passato ai Centurione e ora di proprietà della famiglia Bruzzo che accoglie l'ospite, lo accompagna al piano nobile dove risplendono i tre affreschi dello Strozzi appena restaurati. Raccontano la scoperta dell'America, e la cultura del Cristianesimo, con una caravella sullo sfondo, pappagalli e animali esotici nelle lunette, indigeni e scene di vita quotidiana, al centro.

Strozzi in una stanza in affitto (01.01.2004)

In Palazzo Lomellino-Podestà scoperti straordinari affreschi di Bernardo Strozzi che il committente aveva scialbato dopo una lite con il pittore.
Gli antichi documenti della lite tra il proprietario dell'edificio, Luigi Centurione, e il pittore genovese, pubblicati da Luigi Alfonso nel 1981, hanno consentito alla storica dell'arte Mary Newcome di indovinare dove quegli affreschi potessero essersi conservati.
I recupero vero e proprio è stato quindi possibile grazie all'impegno finanziario dei proprietari dell'edificio storico, la famiglia Bruzzo, che si avventurata in una consistente opera di restauro del palazzo, e all'intervento della ditta Boj Restauri di Genova.

Tornano alla luce tre affreschi dello Strozzi (13.10.2003)

In un palazzo storico di via Garibaldi. Per tre secoli un controsoffitto li ha occultati.
Un controsoffitto ne ha nascosto la bellezza per quasi tre secoli, ma è stata la loro salvezza.
Tre affreschi di Bernardo Strozzi sono infatti tornati alla luce, uno di questi in ottime condizioni.

Strozzi faceva l'indiano (12.10.2003)

Eccezionale ritrovamento di un ciclo d'affreschi in Palazzo Lomellino Podestà a Genova.
Il pittore li realizzò nel 1623 ma al committente non piacquero. Così furono occultati e se ne perse la memoria. Nel 2000, bucando una volta, affiorarono le prime figure che oggi, completamente recuperate, si rivelano essere allegorie delle scoperte geografiche.

Il rinascimento di Genova, una città in mostra (05.10.2003)

Nel 2004 il capoluogo ligure sarà 'Capitale europea della cultura' e lancia una sfida: restare leader nel campo delle arti.
Se si passeggia in via Garibaldi, proprio quella che Rubens immortalò nell'aureo libretto stampato ad Anversa nel 1652 dal titolo Palazzi antichi di Genova, si ha la sensazione di passare in rassegna la storia. Vicino alla sede della municipalità, Palazzo Tursi, da poco sono stati scoperti affreschio del pittore genovese Bernardo Strozzi.

Affreschi di Strozzi in via Garibaldi (16.05.2003)

Si sapeva che c'erano, questi affreschi di Bernardo Strozzi, in un palazzo o villa Centurione, in qualche luogo di Genova. Ma mentre li si cercava a Sampierdarena, gli affreschi erano nascosti da mani e mani di calce e da volte di canniccio aggiunte un secolo dopo, al primo piano nobile del palazzo Bruzzo, in via Garibaldi, a fianco di palazzo Tursi.

Strozzi, anche i cannibali negli affreschi ritrovati (16.05.2003)

Palazzo Lomellino-Podestà-Bruzzo sta per rivelare gli straordinari dipinti appena restaurati e dal significato misterioso.
Solenne e raccapricciante insieme. E soprattutto raro e mai visto.
È il nuovissimo Strozzi che il lavoro di restauro nel palazzo Lomellino-Podestà-Bruzzo di via Garibaldi (lo stupendo edificio cinquecentesco al fianco dei giardini di Tursi) sta facendo conoscere.

Scoperti a Palazzo Lomellino gli affreschi segreti dello Strozzi (01.01.2000)

Padre Venanzio Belloni nel 1990 si chiedeva: 'Possibile che a nessuno sia venuto in mente di saggiare quelle volte per rintracciare i dipinti dello Strozzi' Mary Newcome, ha avuto questo coraggio. Ora si attende il totale scoprimento al quale dovrà seguire un restauro degli affreschi che certamente offriranno una più ampia conoscenza su Bernardo Strozzi detto il Cappuccino.

Questo sito utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l’esperienza degli utenti Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Per saperne di più leggi la pagina del sito dedicata alla privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito web.

EU Cookie Directive Module Information